IO e l’altro Me da animare

Il percorso esperienziale è sul tema del doppio, dell’Identità, delle possibili altre forme del sé: da animare, da amare, osservare, toccare …

Nell’ambito di uno spazio protetto e di non giudizio si dà vita, corpo, anima e voce a personaggi e figure per indagare le possibili forme del sé, della propria storia, della propria cultura e per farne oggetti/soggetti di esperienze teatrali. 

Il frutto del lavoro è la condensazione di memorie vissute, di sogni, di volti, di colori, forme e di storie locali, di oggetti conservati da riutilizzare.  Ma anche rielaborazione di quello che ci circonda, di quello che noi siamo o ci piacerebbe essere.

Scrivimi

9 + 14 =